Sabato scorso per me è stata una giornata magica. Oltre ad essere il nostro primo anniversario una mia amica nella notte ha dato alla luce la sua prima bimba. 

Non un’amica qualsiasi ma l’amica con cui ho condiviso gli anni del liceo con sveglia alle 6 del mattino ed intensi pomeriggi di studio, l’amica con cui ho condiviso gli anni dell’università spostandoci di volta in volta nella stessa regione ma rimanendo unite, l’amica con cui ho condiviso l’euforia dell’Erasmus e delle vacanze indimenticabili. L’amica che mi ha presentato mio marito perchè secondo lei “stavamo bene insieme” e l’amica che ho accompagnato all’altare quando ha sposato un mio caro amico e che ha ricambiato pochi mesi dopo.

L’amica che mi ha, e sta ancora accompagnando, con discrezione ed affetto nel ruolo difficile e complesso di mamma.

Insomma, una di quelle amiche per la vita, di quelle che può succedere qualsiasi cosa ma loro sono lì, un pilastro, una roccia sicura dove approdare per offrirti una spalla su cui piangere quando tutto va male e per brindare quando le cose vanno bene. E io so di essere fortunata, perchè di amiche così non ne ho una sola.

Ecco quella mia amica è diventata mamma e quando ho visto la creatura a cui aveva dato la vita non ho potuto fare altro che piangere, lacrime di gioia immensa, di quella gioia che ti squarcia il cuore da quanto è forte e la vorresti gridare a tutto il mondo perchè tutti sappiano quale cosa meravigliosa è successa.

Si può essere così felici per la nascita di una bimba che non è tua figlia? Ora che sono mamma lo so per certo, si. 

Quando nasce una bimba, non una bimba qualsiasi, ma la bimba della tua Amica, tu sai già che quella bimba è proprio fortunata, perchè ha una mamma speciale e un papà che le ama immensamente. E non puoi far altro che piangere di gioia.

Amica mia, buon viaggio, sarà il viaggio più bello per voi tre!