Menu
CUCINA / SVEZZAMENTO

Omogeneizzato di prugna

omogeneizzato prugna

In casa GreenWoMam siamo alle prese con i primi assaggi verso lo svezzamento. Il nano ha molta curiosità verso il cibo e verso quello che mangiamo quindi è giunto il momento di fargli assaggiare altre cose oltre al latte.

Ho scelto di intraprendere un percorso di autosvezzamento (ovviamente con la consulenza di persone preparate in merito, nel dettaglio delle doule) per far si che si avvicini al cibo in maniera naturale e salutare. Per questo, visto che siamo a fine giugno, ho deciso di fargli assaggiare cibi di stagione. Non me la sentivo proprio di iniziare con delle mele che non so da quanto tempo sono in frigoriferi industriali. Ho iniziato con la prugna che comunque rientrava fra i frutti consigliati anche dalla pediatra (classica mela, pera e banana).

La prugna è un ottimo frutto dal punto di vista nutrizionale:

  • sono ricchissime di fibre, utilissime nei primi periodi in cui vengono introdotti cibi solidi che potrebbero avere fastidiosi effetti collaterali;
  • contengono molta vitamina C che aiuta le difese immunitarie;
  • contengono la giusta dose di zuccheri adatta anche ai bambini.

Ho quindi preparato un omogeneizzato il più semplice possibile, di seguito il procedimento per realizzarlo, servono solo due ingredienti.

Omogeneizzato di prugna – Ingredienti

  • prugne biologiche mature
  • acqua

Omogeneizzato di prugna – Procedimento

  1. Sbucciate le prugne e disossatele tagliandole a pezzettoni.
  2. Mettetele in un pentolino aggiungendo poca acqua e fate cuocere a fuoco lento. Quando vedete che la consistenza è tipo marmellata frullate con il frullatore ad immersione e fate cuocere un altro po’ fino a che la consistenza non è quella di un classico omogeneizzato.
  3. Lasciate raffreddare e…gnam! L’omogenizzato di prugna è pronto per essere gustato.

Se l’omogeneizzato dovesse risultare troppo acido potete aggiungere una mela o una pera durante la cottura della frutta se sono di stagione, se non lo è potrete allungarlo con un po’ di latte (materno o artificiale a seconda della vostra scelta).

About Author

Aspirante mamma green che cerca di rendere il suo passo più lieve con due bimbi, un marito, un cane e un adorato lavoro come insegnante!

No Comments

    Leave a Reply