Sformato di legumi

La cucina in casa nostra è sempre all’insegna della semplicità e dei prodotti naturali. Non mangiando carne (mio figlio e mio marito la mangiano ugualmente) i legumi sono per me fondamentali per avere il giusto apporto proteico e sebbene siano apprezzati da tutta la famiglia sono sempre alla ricerca di ricette per proporli in modo alternativo, diverso da zuppe o insalate.

Questa ricetta è nata così, un po’ per sbaglio un po’ per la voglia di sperimentare ma visto che è stata apprezzata da tutta la famiglia non posso non proporvela, anche perchè si adatta benissimo ai bambini, e con alcune accortezze può essere proposta anche durante lo svezzamento o l’autosvezzamento. Inoltre è un ottimo piatto unico, perfetta come salvacena!

Gli ingredienti sono pochi, come in tutte le ricette che vi propongo, naturali e poco saporiti per lasciare il gusto delle materie prime, che secondo me è sempre il migliore.

Ecco la mia ricetta!

Sformato di legumi e verdure – Ingredienti

  • 300 gr di legumi misti (potete anche usarne una sola tipologia se preferite)
  • 2 patate
  • 3 carote
  • pan grattato
  • olio EVO
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • curcuma (facoltativo)
  • maggiorana (facoltativo)
  • pepe e sale

 

Sformato di legumi – Procedimento

  1. Per prima cosa cuocete i legumi il tempo necessario. io solitamente li metto in ammollo alla mattina per la sera o la sera per il giorno dopo. A parte cuocete le verdure al vapore fino a che non sono morbide.
  2. Una volta cotti i legumi spostateli nel mixer (eliminando l’acqua di cottura) e aggiungete le verdure, le spezie, il sale e il pepe. Tritate finchè avrete una consistenza medio compatta e aggiungete poco alla volta il pan grattato fino ad avere una consistenza compatta, ma non troppo.
  3. Spostate il composto in una teglia da forno (io uso una teglia di ceramica) e livellate. Coprite con il parmigiano grattugiato e con una spruzzata di olio EVO e mettete in forno a 180° per 20/25 minuti (o fino a quando non si forma una crosticina in superficie.
  4. Prima di servire aspettate che si raffreddi un po’ così da poterlo tagliare bene in fette.

Buon appetito!

ygoogle" style="display:block" data-ad-client="ca-pub-9193657682127445" data-ad-slot="3422003214" data-ad-format="auto">